La squola, Marilù Oliva

La squola, Marilù Oliva

Io sono la Squola e sento i pensieri di tutti.
Di un bidello che si arrovella per la prudenza che gli è mancata.
Di chi tiene le redini e sente che gli stanno sfuggendo.
Dei professori spaesati, degli addetti ai lavori dispiaciuti.
Delle forze dell’ordine, che mostrano già i primi segni di impazienza, ticchettando con la punta delle scarpe sul pavimento.
Di una fanciulla che si è vestita a puntino solo per fare colpo su un ragazzo che non ha mai chiesto il suo numero di cellulare.
Di giovanissimi ladri, che nemmeno si rendono conto della portata del loro gesto, eppure cominciano a preoccuparsi.

Leggi articolo

Share this post