Il narratore di verità di Tiziana D’Oppido su Giuditta legge

Il narratore di verità di Tiziana D’Oppido su Giuditta legge

1) Perché amate affidarvi a trame rassicuranti, ancor meglio se con finale prevedibile;

2) Perché le vostre analisi del sangue evidenziano che siete un po’ carenti di ironia, autoironia e senso dell’umorismo;

3) Perché quando sentite parlare dell’importanza dello stile di scrittura e della voce autoriale, pensate: “Ma quante storie. Basta che il romanzo sia leggibile.”;

4) Perché per voi il mondo ha una faccia sola;

Continua a leggere 

Share this post