Tag - L'ultima vacanza a memoir

RadioCoop – 27 maggio 2015

“E’ un’opera coraggiosa e benemerita quella della casa editrice LiberAria (http://www.liberaria.it) che con la brillante e riuscita (per quanto complessa) traduzione di Daniela Luicci, porta in Italia il testamento scritto del poeta, artista e musicista afro americano GIL SCOTT HERON, prematuramente scomparso nel 2011, dopo aver lasciato alcuni indimenticabili capolavori […]

Musica Jazz | gennaio 2014

Sul mensile Musica Jazz si parla di Scott-Heron e del suo memoir “L’ultima vacanza”: “È un’ovvietà dire che Gil Scott-Heron avesse una penna eccellente, perché i suoi versi sono ben noti. Ciò che colpisce è come in questo libro egli sappia disegnare il proprio passato con inaspettata rapidità”.

Sagarana | Rivista letteraria – 15 gennaio 2014

Sulla rivista Sagarana, un estratto di “L’ultima vacanza”, il memoir di Gil Scott-Heron: dove si parla di Lily, la nonna del musicista, “sensata, sensibile, stabile, seria, solida e decisa. Ed era una donna reli­giosa e timorata di Dio con alti ideali, principi forti e, soprattutto, fede nel potere dell’istruzione”.

il Fatto Quotidiano – 3 novembre 2013

“Leggere L’ultima vacanza. A memoir di Gil Scott-Heron (tradotto da Daniela Liucci e pubblicato da LiberAria), mi ha dato la stessa sensazione provata ascoltando le sue canzoni: un flusso di parole oneste, una storia spezzettata e variegata impregnata di sincerità,con i pro e contro che può donare a chi la racconta. […]

Parole e dintorni (Repubblica Bari) – 29 ottobre 2013

“C’era Jackson nel Tennessee. Non importa dove andassi- a Chicago, a New York, in Alabama, a Memphis o persino a Porto Rico nell’ estate del 1960- sapevo sempre che sarei tornato a casa Jackson. È qui che è iniziato tutto, in quella che tutti chiamano casa, indipendentemente da dove o cosa […]

il Recensore.com – 26 settembre 2013

“L’ultima vacanza. A memoir (LiberAria, 2013) nasce grazie alla tenacia di Giorgia Antonelli. Si tratta dell’autobiografia di Gil Scott Heron, uno dei musicisti più importanti della sua generazione, “il padre del rap” secondo alcuni. Antonelli è presente a un suo concerto, rimane ammaliata dalla grandezza di questo personaggio decidendo, […]

Battiti – Radio3

Nella puntata del 16/09 di ‘Battiti’, in onda su Radio3 da mezzanotte all’una, Pino Saulo ha raccontato l’avventurosa vita di Gil Scott-Heron descritta nelle sue canzoni e in “L’ultima vacanza. A memoir”. Per scaricare il podcast e ascoltare la puntata, cliccate su Battiti.

Extra! Music magazine – 11 settembre 2013

‘Tutte le grandi esperienze iniziano con un viaggio. ”L’ultima vacanza” è proprio questo, raccontato dalla superlativa penna di Gil Scott-Heron. È un libro di memorie, ma soprattutto è un’eredità culturale. Un ritratto del cambiamento di un paese contraddittorio come l’America. Lo spunto narrativo parte nel 1980, quando Stevie Wonder invitò Scott-Heron ad […]

Rumore – settembre 2013

“L’autobiografia (parziale) di Gil Scott-Heron (1949 – 2011), oltre a essere la storia di un talento cocciuto, determinato, coraggioso, acuto e cosciente, è anche un romanzo familiare e di formazione e un documento storico e sociale. Gil Scott-Heron è stato soprattutto (non solo) un artista della parola e ha […]

Magazzino Jazz – 23 luglio 2013

“Grandmaster flash e RunDMC lo hanno riconosciuto come maestro. E lui con la penna si trovava davvero a suo agio: liriche ficcanti come quelle per il proto-rap The revolution will not be televised (1971!!!) tornano ciclicamente, quando i giovani invadono rabbiosi le strade e cercano in giro fonti di ispirazione. […]

Millepagine (Rai.it) – 19 luglio 2013

“La vicenda di Gil Scott-Heron è una delle più interessanti, pure nell’amarezza della sua parabola, tra quelle della musica pop. Relativamente conosciuto dal grande pubblico: il musicista nero-americano, prematuramente scomparso nel 2011, è considerato dagli addetti ai lavori il padre del rap – per via di un suo brano , “The revolution […]